Confguide | Eventi
ConfGuide è federazione leader nella rappresentanza del sistema guide turistiche, ambientali e accompagnatori turistici, sinonimo di qualità e professionalità.
confguide, confguide nazionale, guide turistiche, guide turistiche certificate, guide turistiche abilitate
1
archive,category,category-fiere-congressi-seminari,category-1,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.2.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
FB_IMG_1504940775490

Bari – Fiera del Levante: “Mangia la Cultura”

“Mangia la Cultura – Scopri i sapori, vivi le emozioni”

Martedì 12 settembre 2017 ore 15.30 – Pad. 150 Unioncamere – Fiera del Levante

Si chiama “Mangia la Cultura” ed è l’iiniziativa esclusiva della Confcommercio Bari-Bat per far conoscere l’immenso patrimonio storico artistico e gastronomico del territorio.

Il progetto sarà  presentato martedì 12 settembre dalle ore 15.30 alle ore 18.00 nel PAD 150 Unioncamere della Fiera del Levante di Bari.

 

Nel corso dell’incontro moderato da MICHELE MIRABELLA, interverranno: AMBROSI ALESSANDRO Presidente Confcommercio Bari – Bat , MICHELE EMILIANO Presidente Regione Puglia, ANTONIO DE CARO Sindaco della Città  Metropolitana di Bari, LUCA SCANDALE di PugliaPromozione, SONIA PERONACI Food Blogger ;  FELICE SGARRA Chef Ristorante Stellato “Umami” di Andria, ANTONELLO MAGISTA’ del Ristorante Stellato “Pashà” di Conversano, MARIA PAOLA MIGLIOSI Presidente Nazionale ConfGuide, LINO ENRICO STOPPANI Presidente Nazionale FIPE Confcommercio; GIUSEPPE DE TOMASO Direttore “La Gazzetta del Mezzogiorno”

 

Un viaggio che comincia con il piacere dei sapori della tradizione culinaria per poi continuare con il fascino dei tesori della nostra terra. Mangia la Cultura è un invito a vivere un percorso culturale straordinario, attraverso cui riscoprire il territorio in tutte le sue forme: dai prodotti tipici ai racconti popolari fino agli straordinari paesaggi e siti storico-artistici.

Il pranzo è uno dei pochi momenti della giornata in cui potersi sentire liberi, assaporare le prelibatezze, scoprire le tradizioni del nostro territorio e riscoprire il piacere della convivialità.

Grazie al portale www.mangialacultura.it gli utenti, potranno scegliere il menu cultura che preferiscono (menu ristorante + visita guidata gratuita), e dare inizio al viaggio che più li affascina alla scoperta di sapori autentici e luoghi incantati

Sarà così possibile gustare raffinate ricette nei migliori ristoranti aderenti all’iniziativa e poi scoprire, con l’ausilio delle migliori guide turistiche, le piazze, i musei, le cattedrali, i castelli e le meraviglie del luogo per te selezionate.

Un’opportunità  che mette insieme le ricchezze culturali e architettoniche del nostro territorio con le eccellenze enogastronomiche offerte dai nostri ristoratori.

Un’esperienza multisensoriale unica, capace di regalare il fascino della scoperta di aneddoti e curiosità  dei saperi e dei sapori della nostra terra.

Il nostro territorio è straordinariamente ricco di storia che merita di essere conosciuta, valorizzata, promossa. E’ soprattutto una questione di cultura: la cultura del cibo e la cultura per la mente.

 

Layout 1

ConfGuide Bari-Bat: X edizione del Festival della Letteratura di Viaggio

(ANSA) – BARI, 4 SET – In occasione della sua X edizione, il
Festival della Letteratura di Viaggio, nato a Roma nel 2008 e
promosso da Società Geografica Italiana, e dedicato al racconto
del mondo, di luoghi e culture attraverso diverse forme di
narrazione del viaggio, si moltiplica in tre regioni diverse.
Aprirà a Ostuni (dall’8 al 10 settembre), per proseguire poi a
Benevento con l’inaugurazione della mostra ‘L’Appia ritrovata.
In cammino da Roma a Brindisi’ di Paolo Rumiz e compagni (dal 17
settembre) e concludersi a Roma (dal 21 al 24 settembre).
La presidenza onoraria del Festival è di Stefano Malatesta,
la direzione artistica è di Antonio Politano. Il Festival a
Ostuni – riferisce una nota – è un Progetto Interregionale di
eccellenza South Cultural Routes, realizzato con il sostegno del
ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo,
della Regione Puglia e di Puglia Promozione, in collaborazione
con il Comune di Ostuni, il Museo Civico e Parco Archeologico di
Ostuni, il Parco Naturale Regionale Dune Costiere da Torre Canne
a Torre San Leonardo, Confguide Confcommercio e Confcooperative
Federcultura Turismo Sport Puglia.
Il programma di Ostuni si articola in una ventina di
appuntamenti tra incontri, mostre, laboratori e passeggiate
d’autore. Gli incontri sono condotti da Giovanna Zucconi,
giornalista e scrittrice. Umberto Galimberti, Valerio Massimo
Manfredi, Valerio Magrelli, Franco Arminio e Raffaele Nigro sono
solo alcuni degli ospiti che prenderanno parte alla
manifestazione che si svolgerà nella Città Bianca. Gli itinerari
culturali sono il tema portante che attraversa il programma
della manifestazione. Le vie, i percorsi e i cammini
vengono narrati – attraverso il Festival – in una innovativa
visione di sviluppo territoriale e paesaggistico, trasmettendo
al pubblico una modalità partecipata dell’esperienza del
viaggio.
04-SET-17 10:58

 

FICO Eataly World and CONFGUIDE Bologna

 

Siglato un importantissimo accordo di collaborazione fra il famoso brand internazionale, Eataly, e la Federazione di Confguide Bologna allo scopo di far conoscere in forma esperienziale la “Biodiversità alimentare”

Le guide qualificate condurranno i visitatori a conoscere e sperimentare la meraviglia della biodiversità italiana nel Parco dell’agroalimentare più grande del mondo, che aprirà in autunno a Bologna.

IMG-20170709-WA0000[9786]

Milan, the place to be.

Milano sta vivendo un periodo molto favorevole per il turismo e la cultura. L’onda lunga di Expo 2015 continua a produrre effetti benefici, sostenuta da investimenti regionali ingenti per il Turismo. Da maggio è anche iniziato l’anno della Cultura ed in Città  gli eventi di livello ed i motivi d’interesse turistico sono innumerevoli, con benefici effetti anche su ricettività ed accoglienza che continuano a registrare dati positivi. Di questo contesto positivo sono artefici anche le guide turistiche, con la loro capacità  di mettere in collegamento cultura e turismo. GITEC vuole aumentare la consapevolezza nelle Istituzioni sul ruolo strategico che le guide turistiche abilitate svolgono a favore della promozione turistica e culturale della Città “.

 

Sono in programma dedicati a Milano e alla Lombardia. Tra questi le politiche giovanili a confronto tra Milano e Lombardia (9 luglio), le smart cities (10 luglio), Milano e gli animali (11 luglio), diritto alla casa in Lombardia (12 luglio), il servizio sanitario regionale (12 luglio), le sfide del turismo (con l’assessore Roberta Guaineri e Valeria Gerli di ConfGuide-GITEC il 13 luglio), la legge speciale per Milano (il 15 luglio), mafie del Nord (15 luglio), le università  milanesi (22 luglio), la mobilità  metropolitana (22 luglio), gli scali ferroviari (il 23 luglio).

th

Guide turistiche e le nuove sfide del mercato internazionale.

Vecchie e nuove competenze per un turismo culturale di successo

La figura professionale della guida turistica è oggetto dal 2013 di una vera e propria “rivoluzione” normativa, che, ampliando da un lato il territorio di esercizio della professione, introduce dall’altro il principio di abilitazione specifica (per i siti di particolare interesse storico artistico e archeologico).

Mentre l’iter normativo fa il suo corso (lungo e tortuoso), Confguide è certa che quella della “specializzazione” sia la strada giusta da percorrere per le guide del futuro. Una seria riflessione sulla figura della guida ed il suo ruolo, ha portato Confguide a vedere oltre le vecchie logiche territoriali (di esercizio della professione) e ad aprirsi verso le nuove conoscenze e competenze che una guida moderna deve acquisire per meglio rispondere alle mutate richieste dei visitatori. 

Tutti i principali attori e operatori del turismo e della cultura riconoscono il ruolo fondamentale delle guide turistiche nella  valorizzazione e nella promozione non solo del patrimonio materiale del paese, ma anche di quello immateriale, fatto di tradizioni e specificità.

L’enogastronomia, ad esempio, che è uno dei motori indiscussi del turismo in Italia, non può oggi non entrare a far parte del repertorio di conoscenze che una guida aggiornata e pronta alle sfide deve avere: insieme a Fipe, Confguide ha avviato dei corsi di approfondimento sul tema riservati alle guide turistiche e declinati regione per regione. A febbraio si è conclusa la prima edizione del corso, tenutasi a Milano, di cui nel convegno sarà data testimonianza.

RELATORI:

Dorina Bianchi, Paola Migliosi, Aldo Cursano, Luca Patané, Valeria Gerli, Annarita Fioroni, Paola Balestra, Francesco Sottosanti, Luciano Sbraga, Alberto Corti; 

Enogastronomia. Le guide turistiche dovranno dare informazioni anche sui prodotti alimentari tipici italiani

Il made in Italy enogastronomico ha un forte appeal sui turisti che giungono in Italia: da questa premessa nasce l’iniziativa targata Fipe e Confquide di avviare corsi di formazione enogastronomica per le guide turistiche. Il progetto, presentato al Ministero dei Beni culturali e del turismo, prenderà il via il 16 gennaio prossimo con un corso a Milano e tre ‘docenti’ speciali, i tre top chef Sadler, Morelli e Berton a insegnare la cultura che c’è dietro i piatti. Ci sarà anche una parte ‘pratica’, con visite guidate a pasticcerie e ristoranti rinomati, locali di tendenza e aziende agricole. Si partirà dalla Lombardia coinvolgendo entro i prossimi mesi altre tre regioni (Emilia Romagna, Toscana, Puglia) per estendersi subito dopo alle guide turistiche di tutto il Paese. “Il piano strategico del turismo prevede che siano sviluppati nuovi prodotti per il mercato e questo è un tipico nuovo prodotto ad alto valore aggiunto”, ha commentato Francesco Palumbo, direttore generale Turismo del Mibact, nel sottolineare come questa iniziativa punti tra l’altro ad allungare i tempi di visita dei turisti sul territorio e a ‘spalmarli’ meglio non solo sulle grandi città d’arte.  “Fipe e Confguide si sono impegnate insieme in una nuova proposta turistica che spero possa dare un contributo importante”, ha osservato da parte sua il vicepresidente vicario di Fipe, Aldo Cursano.  “Sono previsti – ha spiegato Luciano Sbraga, direttore Ufficio studi di Fipe-Confcommercio – moduli formativi per le guide turistiche di 28 ore, alcune svolte in aula con grandi chef, altre andando da ‘viaggiatori’ sul territorio a scoprire i luoghi di produzione, consumo e acquisto”.  “Con questo progetto di sinergia tra due importanti rappresentatività del sistema turistico, veniamo incontro alle esigenze del ‘nuovo turista’ che sempre più vuole essere coinvolto ed ‘emozionato’ dai luoghi in cui si trova e conoscerne le specificità”, ha osservato Paola Migliosi, presidente di Confguide. Per Lino Enrico Stoppani, presidente Fipe, “questo progetto rappresenta un grande motivo di orgoglio per la nostra Federazione. Tutelare e supportare le tipicità gastronomiche del nostro Paese e i locali storici è uno dei pilastri della nostra azione: vogliamo dare alle guide turistiche ancora maggiori strumenti per presentare al meglio il nostro Paese ai turisti e incrementare il giro d’affari dell’intera filiera del turismo. Ringrazio Confguide perché si è dimostrata un partner disponibile ed entusiasta nel porre insieme le basi di questa iniziativa”.
confguide%20logo%20fb-taranto

Fipe e Confguide prendono i turisti per la gola

L’iniziativa si ispira alle direttive contenute nel Piano Strategico del Turismo 2017-2022 voluto dal Ministro Dario Franceschini, ed è pensata per valorizzare la nostra offerta eno-gastronomica all’interno dei pacchetti turistici, in particolare nelle città d’arte. Avvicinare il mondo dei viaggi a quello dell’enogastronomia attraverso un corso rivolto agli operatori del settore ha l’obiettivo di rendere più attrattiva l’Italia nella competizione turistica mondiale.

Interverranno:
Dorina Bianchi – Sottosegretario al Ministero dei beni e delle attività culturali e del Turismo
Francesco Palumbo – Direttore Generale Turismo
Lino Enrico Stoppani – Presidente Fipe
Maria Paola Migliosi – Presidente Confguide

06 dicembre 2016

territorio e categorie

Le guide turistiche italiane vanno a scuola di cucina

L’11 dicembre a Roma Fipe e Confguide presentano il progetto di formazione enogastronomica delle guide turistiche “D’ora in poi le visite guidate avranno tutto un altro sapore…”.

Le guide turistiche italiane vanno a scuola di cucina

L’11 dicembre a Roma Fipe e Confguide presentano il progetto di formazione enogastronomica delle guide turistiche “D’ora in poi le visite guidate avranno tutto un altro sapore…”.

Lunedì 12 dicembre a Roma (ore 11 al Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo in Via del Collegio Romano 27) l’Ufficio Studi Fipe organizza una conferenza stampa per la presentazione dei dati previsionali sulle presenze nei ristoranti e pubblici esercizi italiani in occasione delle festività natalizie e di fine anno. Nell’occasione verrà presentato il progetto di formazione enogastronomica delle guide turistiche “D’ora in poi le visite guidate avranno tutto un altro sapore…”, in collborazione tra Fipe e Confguide. L’iniziativa si ispira alle direttive contenute nel Piano Strategico del Turismo 2017-2022 voluto dal Ministro Dario Franceschini, ed è pensata per valorizzare la nostra offerta eno-gastronomica all’interno dei pacchetti turistici, in particolare nelle città d’arte. Avvicinare il mondo dei viaggi a quello dell’enogastronomia attraverso un corso rivolto agli operatori del settore ha l’obiettivo di rendere più attrattiva l’Italia nella competizione turistica mondiale. Interverranno: Dorina Bianchi, sottosegretario al Ministero dei beni e delle attività culturali e del Turismo; Francesco Palumbo, direttore generale Turismo; Lino Enrico Stoppani – presidente Fipe; Maria Paola Migliosi, presidente Confguide.