Confguide | notizie
ConfGuide è federazione leader nella rappresentanza del sistema guide turistiche, ambientali e accompagnatori turistici, sinonimo di qualità e professionalità.
confguide, confguide nazionale, guide turistiche, guide turistiche certificate, guide turistiche abilitate
317
archive,category,category-notizie,category-317,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.2.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
indice fiducia giugno_1

OSSERVATORIO CONFTURISMO-ISTITUTO PIEPOLI: SEI ITALIANI SU DIECI PENSANO DI PARTIRE TRA GIUGNO E AGOSTO

L’indice di fiducia del viaggiatore italiano, elaborato da Confturismo-Confcommercio in collaborazione con l’Istituto Piepoli, è in rialzo a quota 68 punti. La spesa media per le vacanze sarà pari a 838 euro e gli italiani trascorreranno mediamente 6,8 notti fuori casa.


LA RILEVAZIONE IN DETTAGLIO

L’indice di fiducia del viaggiatore italiano, elaborato da Confturismo-Confcommercio in collaborazione con l’Istituto Piepoli, questo mese ha scattato una fotografia di quello che sarà il turismo estivo.

L’estate appena cominciata sembra ben promettere per un settore che è considerato giustamente come una risorsa primaria dell’economia.

Sei italiani su dieci pensano di fare una vacanza tra giugno e agosto. Le destinazioni costiere sono le più gettonate: l’intenzione prevalente è, infatti, di trascorrere le vacanze al mare.

Non sorprende, dunque, che il Sud Italia sia in cima alle preferenze. Destinazioni quali la Sicilia e la Puglia sono le più ambite, ma vanno molto bene anche la Calabria, l’Emilia Romagna, la Sardegna e la Toscana.
Per quanto riguarda il turismo verso destinazioni estere, la Grecia è la meta preferita davanti a Francia e Spagna.

La spesa media per le vacanze estive degli italiani sarà pari a 838 euro pro capite e trascorreranno 6,8 notti fuori casa.

Per quanto riguarda il canale di prenotazione, circa un italiano su due utilizza internet per prenotare almeno alcuni servizi per la propria vacanza estiva.

La metà dei viaggiatori partirà con il proprio partner.

Nel mese di giugno l’indice di fiducia del viaggiatore italiano registra un valore pari a 68 punti, ancora in crescita rispetto al mese precedente e di ben 8 punti percentuali superiore al valore di febbraio.

Se la “vita da spiaggia” sarà la tendenza principale nel prossimo trimestre, il turismo culturale continua a rimanere estremamente importante. Anche durante il periodo estivo, oltre un italiano su tre ha infatti intenzioni di visitare musei, monumenti e mostre.

In generale, l’automobile rimane il mezzo preferito per i viaggi a media e lunga percorrenza: quasi un italiano su due la utilizza per raggiungere la meta di vacanza.

 

Nota metodologica

L’indagine presentata è stata eseguita fra il 13 e il 18 giugno 2018 con metodologia CATI/CAWI su un campione di 1.000 casi rappresentativo della popolazione residente in Italia dai 18 ai 74 anni, segmentato per sesso, classe di età, Ampiezza Centri e GRG (Grandi Ripartizioni Geografiche).

 

ovSPkec3PATaUYh8XxsjHl1UZ9DsENdhiDGeuYSS

Toscana. C’è la nuova legge sul turismo: stop di un anno ai corsi di abilitazione per guida turistica.

La Regione Toscana ha approvato il testo di modifica della “vecchia” legge 86/2016. Tra le novità principali, la sospensione per un anno dei corsi per l’abilitazione all’esercizio di guida turistica fino alla definizione del profilo nazionale.


Nella seduta di mercoledì 9 maggio 2018 il Consiglio Regionale della Toscana ha approvato la legge di modifica del Testo Unico del sistema turistico regionale (P.d L. 251/18), raccogliendo in tale occasione le richieste da tempo avanzate dalle associazioni di categoria, tra le quali Confguide Confcommercio, in merito alla disciplina delle professioni turistiche.

Quanto approvato ieri in seduta consiliare rappresenta un risultato importante per la categoria: il Consiglio Regionale ha accolto la richiesta avanzata anche da Confguide Toscana di sospensione dei corsi di abilitazione per l’esercizio di guida turistica.

La sospensiva avrà durata massima di un anno o fino all’emanazione del provvedimento nazionale che definisca il profilo della guida turistica nazionale.

Confguide regionale della Toscana fa sapere che a questo risultato si è giunti anche grazie ai numerosi incontri e alle pressioni che la federazione ha più volte manifestato alla Regione Toscana per evidenziare i problemi della categoria che, fino a poco tempo fa erano ritenuti di scarsa rilevanza dal legislatore, mentre il lungo dibattito al quale si è assistito nel corso della seduta di Consiglio  ha evidenziato come l’amministrazione regionale abbia finalmente riconosciuto l’esistenza di un problema concreto e reale a carico delle professioni turistiche, tale da non poter più essere rimandato.

La decisione di sospendere i corsi di abilitazione da parte della Regione Toscana non arriva quindi come soluzione per “calmare le acque” ma è il frutto della consapevolezza che è necessario e urgente ricorrere a un periodo di “stop” entro il quale lavorare fattivamente per arrivare a una nuova norma allineata alle direttive nazionali.

 

Per approfondire:

il dettaglio della P.d.L. approvata dal Consiglio Regionale della Toscana.

le dichiarazioni dell’assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo.

 

Per maggiori informazioni:
Confguide regionale della Toscana

tel 055 468141

mail e.scali@confcommercio.toscana.it

segretario: dott. Emanuele Scali

 

accompagnatori-e-guide-turistiche

LE GUIDE TURISTICHE DI CONFGUIDE DELL’EMILIA ROMAGNA: PIU’ CONTROLLI CONTRO L’ESERCIZIO ABUSIVO DELLA PROFESSIONE

Comunicato stampa

Il Coordinamento Regionale Guide Turistiche Confguide Confcommercio dell’Emilia Romagna chiede più controlli alle Pubbliche Amministrazioni, alla Polizia Municipale e agli Organi di controllo dell’ordine pubblico per smascherare l’abusivismo nel settore, a tutela delle Guide regolarmente autorizzate, ma anche di cittadini e turisti.


Il fenomeno dell’abusivismo è dilagante oggi in Emilia Romagna, e colpisce anche il settore delle Guide turistiche. Sono infatti in aumento le segnalazioni da parte di Guide ed Accompagnatori associati alle delegazioni emiliano-romagnole di Confguide Confcommercio rispetto all’esercizio abusivo della professione. Ovunque in Regione, dalle città d’arte maggiori ai borghi di costa ed entroterra continuano gli arrivi di gruppi organizzati accompagnati da cosiddetti “volontari”, fenomeno oggi in aumento in proporzione alla crescita dei flussi turistici.

“Le norme contro l’esercizio abusivo della professione di guida turistica esistono – sottolinea il Coordinamento Regionale Guide Turistiche Confguide Confcommercio – e se correttamente applicate possono rappresentare un deterrente al dilagare dei fenomeni di abusivismo, che recano danno non solo direttamente ai professionisti e alle loro famiglie, ma anche alla tutela della sicurezza pubblica, all’economia del territorio, all’immagine storica, artistica e culturale dell’Emilia Romagna, nonché alla salute etica e morale di tutto il Paese”.

La Regione Emilia Romagna disciplina infatti con chiarezza gli obblighi nell’esercizio della professione – Guide con regolare patentino e assicurate – e fissa ammende severe, fino a 6.000 euro di multa, per le agenzie che collaborano con personale non qualificato. Senza contare l’inasprimento delle pene per l’esercizio abusivo delle professioni introdotto con le modifiche all’art. 348 del Codice Penale (Legge 13 gennaio 2018): multe pecuniarie più alte, più anni di reclusione, sentenza pubblica, confisca dei mezzi utilizzati per esercitare abusivamente, ecc.

Per questo la Federazione, che riunisce centinaia di Guide turistiche, Accompagnatori turistici, Guide ambientali ed escursionistiche dell’Emilia Romagna, chiede alle Pubbliche Amministrazioni e agli Organi preposti al controllo dell’ordine pubblico sul territorio la piena applicazione delle normative esistenti, a partire da una maggiore vigilanza nelle aree di carico e scarico dei pullman e dal controllo sui soggetti che, a vario titolo – volontari di vari Enti, sedicenti “guide cittadine” e studiosi locali – conducono singoli turisti e gruppi in visita a città e paesi senza averne alcuna qualifica e senza nessun tipo di tutela, sia in ambito assicurativo che fiscale.

L’Ufficio stampa
Bologna, 10 maggio 2018

palazzo ducale

Mantova, “mobilitazione” per Palazzo Ducale: Confcommercio scende in campo con il sostegno di ConfGuide Nazionale.

La carenza di personale di vigilanza ha costretto il direttore Assmann alla chiusura mattutina al pubblico della Corte Vecchia. L’associazione dei commercianti scende in campo con il sostegno di Confguide nazionale che si rivolgerà direttamente al Mibact.


Confcommercio Mantova a fianco di Palazzo Ducale, in particolare del suo direttore Peter Assmann.

 

Con la situazione critica venutasi a creare nella più importante attrazione turistica della città e dell’intero territorio, a causa della carenza di personale di vigilanza della reggia che ha di fatto costretto il direttore alla chiusura mattutina al pubblico della Corte Vecchia, l’associazione scende in campo e gioca tutte le sue carte.

 

“Abbiamo chiesto il supporto di Confguide nazionale, che ringraziamo – spiega Alessia Margonari, alla guida di Confguide-Confcommercio Mantova, che questa mattina ha incontrato, insieme ad una delegazione dell’associazione, il direttore Assmann – La presidente nazionale Paola Migliosi ci ha assicurato che nei prossimi giorni si rivolgerà direttamente al Mibact, inviando una richiesta di intervento urgente su Palazzo Ducale al ministro Dario Franceschini e al sottosegretario Dorina Bianchi, con cui la confederazione ha una canale aperto”.

 

“La chiusura di una porzione della reggia, che tra l’altro accoglie capolavori di Pisanello, Rubens, la Galleria degli Specchi, Giardino Pensile, gli Arazzi di Raffaello, solo per menzionarne alcuni a causa della carenza di organico è un fatto grave e un pessimo biglietto da visita per un turista curioso e ricco di aspettative verso una città che dal 2008 fa parte della Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO e nel 2016 si fregiava del titolo di Capitale Italiana della Cultura” conclude Margonari.

 

Si tratta di un problema che investe non solo le guide ma l’intera filiera turistica: strutture ricettive, pubblici esercizi, negozi, e, in generale, tutti i prestatori di servizi turistici e le attività che beneficiano dei flussi di visitatori e dell’indotto generato.

 

“Conosciamo bene gli effetti negativi causati dall’inaccessibilità della Camera degli Sposi per oltre due anni, danneggiata dagli eventi sismici del 2012, che portò ad un crollo dei visitatori. Certamente la chiusura di parti di eccezionale valore del palazzo non rappresenta un segnale confortante, né, tantomeno, una buona pubblicità” dichiarano in coro i rappresentanti di Confcommercio del comparto turistico mantovano, Gianluca Bianchi, presidente di Federalberghi, Teresa Bustaffa, alla guida dell’Associazione b&b e strutture extra alberghiere e Giampietro Ferri, numero uno di Fipe Mantova (pubblici esercizi).

 

Il rafforzamento dell’organico in forza al complesso museale rimane l’unica opzione risolutiva, ma già l’attuazione del programmato accorpamento con il Museo Archeologico potrebbe permettere una miglior turnazione del personale di vigilanza fungendo da misura tampone, nell’attesa che vengano indetti i necessari concorsi o trovate soluzioni esterne con il reperimento delle relative risorse economiche.

 

“Durante i due anni dal suo insediamento, il direttore Assmann ha dimostrato una grandissima capacità manageriale facendo registrare ottimi risultati sia in termini di affluenza di visitatori al polo museale, che dal punto di vista della qualità degli eventi e delle iniziative organizzate nel palazzo. Senza tanti giri di parole, la nuova direzione ha rilanciato Palazzo Ducale. Ma ora occorre garantirgli gli strumenti necessari per proseguire nel suo lavoro, a cominciare da un numero di dipendenti sufficiente. Come associazione chiediamo al Ministero e a tutti gli enti competenti che vengano adottati urgentemente tutti quei provvedimenti atti a migliorare l’attuale situazione di sofferenza e di disagio che grava sul complesso museale, auspicando che si arrivi, una volta per tutte, ad una soluzione definitiva del problema” aggiunge il direttore di Confcommercio Mantova Nicola Dal Dosso.

 

Durante il positivo incontro di questa mattina tra i rappresentanti di Confguide e il direttore Assmann, sono stati affrontati anche altri temi, tra i quali le iniziative e le mostre in programma ma anche la possibilità di una reciproca collaborazione e i progetti futuri. Le guide hanno infatti richiesto la possibilità di avviare un corso di formazione per la categoria in preparazione alla prestigiosa mostra dedicata a Giulio Romano che si terrà nel 2019, mentre Assmann ha espresso l’intenzione di riaprire il ‘volto oscuro’, che collega piazza santa Barbara (sul lato della basilica) al prato antistante il castello. Un passaggio ricco di fascino utilizzato dai Lanzichenecchi in occasione del sacco di Mantova del 18 luglio 1630. “Sarà un passaggio di grande impatto e suggestione per i visitatori che permetterà loro di ripercorrere le orme degli invasori nei tre giorni in cui misero a ferro e fuoco la città” così commentano entusiaste le guide.

3-Bit-Milano-11-13-Febbraio-2018-image_05

ConfGuide a BIT2018-Borsa Internazionale del Turismo – Fieramilanocity dall’11 al 13 febbraio 2018.

Anche quest’anno Confguide sarà presente a BIT- Borsa Internazionale del Turismo, che si terrà a Milano (Fieramilanocity) dall’11 al 13 febbraio 2018, con uno sportello attivo presso lo stand di Confturismo, per offrire assistenza e informazioni agli operatori del settore.


Dall’11 al 13 febbraio 2018 Milano ospita BIT – Borsa Internazionale del Turismo, la storica manifestazione che da circa quarant’anni “chiama a raccolta” operatori turistici e viaggiatori da tutto il mondo.

 

Anche quest’anno Confguide partecipa a questa importante iniziativa con un proprio info point presso lo stand di Confturismo-Confcommercio (Pad. 3 stand Leisure Italy stand E95 E99 G86 G90), per fornire informazioni e assistenza gratuite a tutti gli operatori del turismo (guide turistiche, ambientali e accompagnatori) che vi si rivolgeranno con domande o dubbi legati alla professione.

 

A rispondere alle necessità dei professionisti e a dare informazioni a quanti vorranno sapere di più sulle opportunità che le professioni turistiche possono offrire, saranno la presidente di ConfGuide Paola Migliosi (Firenze) e le vicepresidenti Valeria Gerli (Milano) e Paola Balestra (Bologna), coadiuvate dai dirigenti della federazione e dai funzionari tecnici di Confcommercio.

 

Lo sportello ConfGuide sarà attivo per tutta la durata della fiera, nei giorni di domenica 11, lunedì 12 e martedì 13 febbraio 2018.

 

Per informazioni:
ConfGuide nazionale
info@confguidenazionale.it
06 5866305

 

Richiedi il pass gratuito per accedere a BIT: http://ticketonline.fieramilano.it/bit/2018/op/index.jsp
Come raggiungere Bit: http://bit.fieramilano.it/come-raggiungerci/

IMG_1766-24-05-17-10-40

Brindisi e Taranto: 99 borghi – nuovi appuntamenti

Ritorna domenica prossima, 10 dicembre, l’appuntamento con 99 Borghi.

Ecco dove andare e cosa fare in provincia di Brindisi e Taranto.

Visite guidate nei centri storici con i professionisti di Confguide – Confcommercio.

Il racconto di Puglia è soltanto con le guide turistiche abilitate.

Per informazioni e prenotazioni: www.99borghi.it

99 Borghi è anche su facebook e instagram.

Ti aspettiamo!

 

Confguide Brindisi e Taranto

Confcommercio Taranto

Viale Magna Grecia, 119 – 74121 TARANTO

confguide@confcommerciotaranto.it

 

prefetti

Brindisi e Taranto: Giù le mani dalle Guide Turistiche!

Giù le mani dalle Guide turistiche: parola dei Prefetti di Brindisi e Taranto.

Non è rimasta senza effetti la lettera di Confguide Brindisi e Taranto ai Prefetti dei due capoluoghi: era stato denunciato l’annoso e odioso fenomeno delle guide turistiche abusive. Immediata la risposta del Prefetto di Brindisi che ha indirizzato ai Sindaci e ai Commissari brindisini una propria comunicazione formale con la quale ha sollecitato controlli sui territori di competenza, attraverso l’impiego dei Vigili urbani. Il Prefetto di Taranto ha invece ricevuto una delegazione di Confcommercio Taranto, guidata dal Presidente Leonardo Giangrande e dal Direttore Angelo Colella, presente anche il presidente di Confguide Brindisi e Taranto, Giovanni Colonna, che ha riferito nel dettaglio la situazione dell’abusivismo a Taranto, Brindisi e nei rispettivi Comuni.

“Guide turistiche e Accompagnatori turistici sono professioni giovani in Puglia, disciplinate nel 2012, con una normativa che attende da quasi cinque anni un’effettiva e diffusa osservanza su tutto il territorio regionale  – ha esordito così il Presidente Giovanni Colonna, rivolgendosi al Prefetto di Taranto, Donato Carfagna – senza trascurare la cronica difficoltà di far riconoscere il valore sociale ed economico di un prodotto intangibile come il servizio svolto da questi professionisti. Eppure siamo di fronte a lavoratori e lavoratrici che studiano tanto per meritare e conseguire il titolo abilitante ed esercitano una professione regolamentata con una legge che ha lo scopo di garantire un servizio qualificato, un giusto compenso, la corretta valorizzazione del territorio, la tutela dei turisti e del sistema sano delle imprese locali. Si resiste con coraggio e tra moltissime difficoltà. Ogni giorno si sceglie di operare in un territorio in cui esistono grandi potenzialità e altrettante omissioni, dove pare che vinca sempre e solo la logica del più forte. Questa categoria è davvero stremata e percepisce forte l’assenza dello Stato. Nelle piazze, nelle vie, nei luoghi di interesse turistico mancano controlli o più esattamente non sono mai esistiti. Qui ci si misura con chi non conosce la legge o peggio approfitta dell’ignoranza di molti per perseguire senza scrupoli i propri interessi particolari. A Taranto, per esempio, per contrastare, ridurre e, forse, eliminare il fenomeno delle guide abusive non occorre tantissimo: alla buona volontà di garantire controlli regolari basterebbe aggiungere la vigilanza presso i principali siti turistici della Città come il Castello aragonese, il MArTA, la Cattedrale, il MuDi, gli ipogei comunali, la Città vecchia. E’ necessario costruire percorsi di riconoscimento della professione e di cultura della legalità agendo a stretto contatto con la Marina Militare, la Direzione del Museo, la Curia, il Comune di Taranto. Occorre perseguire insieme questa idea possibile di rilancio e di futuro, in questa città e in una regione che vorrebbe essere sempre più turistica.  Ma il primo passo per tutti è affermare che Turismo è Lavoro, non uno slogan”.

Lunedì 4 dicembre, alle ore 17.00, l’argomento sarà al centro dell’incontro operativo convocato dal Prefetto di Taranto con i Sindaci e i vertici locali delle forze dell’ordine. Confcommercio Taranto è stata invitata a partecipare.   

(Nella foto un momento dell’incontro, nel corso del quale il Prefetto ha confermato la convocazione dei Sindaci e dele forze dell’ordine per discuterere di abusivismo e sicurezza a Taranto e nei Comuni del capoluogo jonico)
CONFGUIDE BRINDISI E TARANTO
Confcommercio – Imprese per l’Italia
Viale Magna Grecia, 119 – 74121 TARANTO
Tel. 392 0448493 – Email: confguide@confcommerciotaranto.it
il-questore-in-sopralluogo-con-alcune-guide-in-piazza-duomo-848x478

Pisa – Allarme sicurezza nella città della Torre Pendente

Confguide Confcommercio Pisa denuncia uno stato di degrado e di insicurezza per turisti ed abitanti della città.

Furti, minacce ed offese sembrano essere all’ordine del giorno, una vera bolgia dantesca dove l’illegalità la fa da padrone. Le segnalazioni ai vigili urbani non sono più sufficienti e, proprio per questo motivo, il direttivo di Confguide Pisa, ha chiesto un incontro con il questore della città.

Per saperne di più  

WP_20170620_008

Firenze: Scoprire Siena – Corso di aggiornamento

Confguide Confcommercio Firenze ha molti progetti, tra i quali, quello di offrire un’ampia gamma di corsi per l’aggiornamento professionale e, dopo quello appena pubblicato su Lucca, propone anche un corso, più approfondito, per la città di Siena. Non perdete questa occasione, iscrivetevi subito.

Nel link dedicato a “Scoprire Siena” troverete, in basso, il form per iscrivervi direttamente

Il corso è aperto a tutte le guide turistiche della Regione Toscana

Per iscriverti o per maggiori informazioni, clicca qui sotto:

Scoprire Siena

IMG_1766-24-05-17-10-40

Puglia – Ritornano i 99 Borghi!

Con l’arrivo dell’Autunno, ripartono le visite guidate da parte di Confguide Puglia!

L’occasione è quella di scoprire le bellezze del nostro territorio e prendercene cura, perché la storia d’Italia è la storia dei piccoli villaggi e non solo delle grandi città.

Le guide di Confguide Puglia vi aspettano numerosi.

Icon

Puglia - Ritornano i 99 Borghi 94.66 KB 5 downloads

...