fipe Archivi - Confguide
ConfGuide è federazione leader nella rappresentanza del sistema guide turistiche, ambientali e accompagnatori turistici, sinonimo di qualità e professionalità.
confguide, confguide nazionale, guide turistiche, guide turistiche certificate, guide turistiche abilitate
272
archive,tag,tag-fipe,tag-272,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.2.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

“Enogastronomia emiliano-romagnola 2018”. Ai nastri di partenza il corso per conoscere e comunicare le eccellenze enogastronomiche dell’Emilia Romagna.

Al via il 21 febbraio il corso organizzato da ConfGuide Emilia Romagna con il contributo di Fipe-Federazione Italiana Pubblici Esercizi e Confcommercio Emilia Romagna. Cinque gli incontri: visite guidate e workshop tematici assieme ai produttori. Termine delle iscrizioni il 5 febbraio 2018.


Partirà il 21 di febbraio il corso “Enogastronomia emiliano-romagnola 2018”, organizzato da ConfGuide Emilia Romagna, in collaborazione con Fipe, Confcommercio Emilia Romagna e in sinergia con Iscom E.R.

 

Il corso è realizzato nell’ambito del progetto nazionale ideato dalla Federazione Italiana Pubblici Esercizi (Fipe) e dalla Federazione Nazionale Guide Turistiche (Confguide) che prevede la realizzazione, a livello territoriale, di corsi di formazione enogastronomica per le guide turistiche, data l’importanza crescente che la tavola “made in Italy” ha assunto negli ultimi anni per i turisti che visitano il nostro Paese.

 

Cinque incontri attraverso i quali i partecipanti (professionisti del turismo aderenti a ConfGuide-Confcommercio) impareranno a conoscere e raccontare le diverse tipicità enogastronomiche regionali, grazie a focus tematici, esperienze dirette con i produttori e degustazioni.

 

Programma del corso:
21 febbraio 2018 | 14.30 – 18.30
Imparare a preparare la pasta fresca romagnola – Cena a conclusione del corso facoltativa c/o Osteria Vecia – Misano Adriatico (RN)

26 febbraio 2018 | 8.00 – 17.00
• Lavorazione del parmigiano con il casaro Giuseppe – Degustazione di formaggi vari
c/o Caseificio Spallanzani – Castelfranco Emila (MO).
• Visita e degustazione alla tenuta vitivinicola Chiarli – Castelvetro di Modena (MO)
• Visita guidata all’acetaia – Illustrazione e degustazione dell’aceto balsamico tradizionale di Modena con il titolare Davide, c/o Acetaia San Donnino – San Donnino (MO)
• Visita e degustazione al museo della Salumeria Villani – Castelnuovo Rangone (MO)

5 marzo 2018 | 9.00 – 17.00
L’allegria del vino, il sapore della carne – percorso enogastronomico
• Ore 10.00 tagli della carne con grigliata finale c/o Casa Zanni – Villa Verucchio (RN)
• Ore 14.30 presentazione e degustazione dei vini c/o Azienda vinicola Case Marcosanti – Poggio Torriana di Rimini (RN)

12 marzo 2018 | 9.00 – 17.00
Forlimpopoli e Bertinoro. L’Artusi è di casa: “Osta!”
• Ore 10.00 visita e degustazione c/o Caseificio Mambelli – Panighina di Bertinoro (FC)
• ore 13.00 cooking class di piadina romagnola e degustazione c/o Casa Artusi – Forlimpopoli (FC)

26 marzo 2018 | 10.00 – 17.00
Bagno di Romagna e Alfero di Verghereto : la Romagna toscana e i sapori del bosco
• ore 10.30 lezione teorica e cooking class con degustazione di piatti della tradizione della Romagna toscana, c/o Ristorante “Tosco Romagnolo di Paolo Teverini” – Bagno di Romagna (FC)
• Ore 14.30 Illustrazione e degustazione dei prodotti del bosco e del sottobosco lavorati dall’azienda, salumi e liquori, c/o “La Dispensa della Nonna” – Alfero di Verghereto (FC)

 

Le iscrizioni (online sul sito www.iscomer.it) sono aperte fino a lunedì 5 febbraio 2018.

 

Per informazioni:
Iscom E.R.
Via Tiarini, 22 – Bologna
051 4150611

info@iscomer.it – mamigoni@iscomer.it (sig. Matteo Amigoni)

Enogastronomia-2018-Confguide_Iscom-ER-001 Enogastronomia-2018-Confguide_Iscom-ER-002

FIPE in campo contro l’uso distorto della rete

Fipe in campo contro l’uso distorto della Rete

La Federazione sostiene in Italia lo sforzo congiunto di Hotrec Hospitality Europe e TripAdvisor contro il flagello delle recensioni fraudolente.

Hotrec Hospitality Europe (l’Associazione datoriale leader che rappresenta gli alberghi, i ristoranti e i bar in Europa cui Fipe aderisce) e TripAdvisor, il sito di viaggi più grande al mondo, accendono i riflettori su una sfida importantissima per l’industria del turismo: quella delle recensioni online, e si impegnano a far conoscere alle aziende come contribuire a combattere il problema delle recensioni fraudolente. Le due organizzazioni come primo intervento si impegnano insieme a sensibilizzare da un lato albergatori e ristoratori e dall’altro i consumatori sull’esistenza di società produttrici su larga scala di recensioni false e il loro impegno a combatterle. “La Fipe non può che accogliere positivamente la notizia e, forte dell’impegno preso da Hotrec a livello europeo, rilanciare l’iniziativa in Italia, visto che per prima, più di due anni fa, ha denunciato il malcostume delle recensioni a pagamento e, sempre all’interno del solco di una coerente politica di contrasto verso ogni fenomeno dannoso per imprese e consumatori, collabora da tempo con TripAdvisor per individuare modalità operative e strumenti finalizzati a colpire la compravendita delle recensioni e ad eliminare quelle false”, commenta Aldo Cursano, vicepresidente vicario di Fipe. “Fipe ha colto tra i primi l’importanza – per operatori e utenti – del web e in particolare di canali come quello di TripAdvisor. Ne è dimostrazione l’intervento che a suo tempo facemmo per denunciare l’uso scorretto e distorto della libera concorrenza che talvolta veniva fatto sfruttando un canale importante come TripAdvisor. Che la nostra fosse un’azione giusta lo dice il fatto che fu ripresa dalla stampa di tutto il mondo e che la stessa TripAdvisor ha aperto da tempo un tavolo di confronto con gli operatori della ristorazione e del turismo per collaborare nell’evitare usi distorti e scorretti della piattaforma”, continua Cursano. La Fipe, infatti, è stata la prima che ha capito l’importanza delle recensioni online e, anziché denigrarle, ha cercato e ottenuto il dialogo con TripAdvisor per sensibilizzare circa l’importanza delle corrette recensioni e mettere in atto una serie di iniziative al fine di contrastare il mercato delle false recensioni gestito da apposite società. Fipe e TripAdvisor stanno investendo tempo e risorse per migliorare sempre più un vero e proprio “sistema di vigilanza” delle recensioni: “la loro tecnologia e la nostra esperienza di operatori seri del settore radicati sul territorio consentono da un lato di individuare eventuali anomalie nel sistema di recensioni e dall’altro di formare i nostri membri sia sull’uso corretto dello strumento”, prosegue Cursano. Non è una novità quindi per l’Italia: la sigla dell’accordo tra Fipe è TripdAvisor è datata dicembre 2014 e da allora Fipe si sta impegnando per la promozione della corretta gestione dello strumento, conscia del fatto che la presenza e la credibilità di realtà come TripAdvisor siano molto importanti per i consumatori, che vengono aiutati nelle loro scelte – basti pensare agli stranieri in Italia che possono trovare menù ed indicazioni automaticamente tradotti nella loro lingua – e per i ristoratori, stimolati al miglioramento continuo e a cui viene altresì offerto un mezzo che, se usato sapientemente, può diventare un ottimo strumento di promozione gratuito.