Confguide | Milano
ConfGuide è federazione leader nella rappresentanza del sistema guide turistiche, ambientali e accompagnatori turistici, sinonimo di qualità e professionalità.
confguide, confguide nazionale, guide turistiche, guide turistiche certificate, guide turistiche abilitate
323
archive,tag,tag-milano,tag-323,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.2.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

“Manzoni Online”: da febbraio 2020 saranno consultabili online 215mila documenti del Manzoni.

Presentato lunedì 1 aprile 2019 presso la Biblioteca Nazionale Braidense il progetto Manzoni Online: carte, libri, edizioni, strumenti.
Alla presentazione del progetto, che raccoglierà in un archivio digitale pubblicamente consultabile online, tutta l’opera del Manzoni erano presenti il Ministro per i Beni e le Attività Culturali Alberto Bonisoli e il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti. L’archivio “Manzoni Online” sarà consultabile a partire da febbraio 2020.

__________________________________________________________________________________________________________________________

Comunicato stampa: Pinacoteca di Brera Biblioteca Nazionale Braidense – Ministero per i beni e le attività culturali.

Nasce un portale web innovativo e multifunzionale (www.alessandromanzoni.org) da cui accedere alle informazioni e ai dati essenziali relativi alle opere di Alessandro Manzoni. Il portale, dedicato tanto a un pubblico di studiosi quanto ad appassionati e lettori, raccoglie così, su uno spazio virtuale il corpus di carte, volumi e opere manzoniani, editi e inediti, attualmente divisi tra i fondi della Biblioteca Nazionale Braidense, di Casa Manzoni a Milano e di Villa Manzoni a Brusuglio. Un lavoro imponente e dettagliato, basti pensare che l’attività di digitalizzazione ha riguardato la riproduzione integrale di tutti i manoscritti, delle stampe curate dall’autore e perfino delle postille ai libri della biblioteca di Manzoni.

 

Il portale è sviluppato nell’ambito del progetto PRIN (Progetti di Ricerca di Interesse Nazionale) “Manzoni Online: carte, libri, edizioni, strumenti” coordinato dalla professoressa Giulia Raboni dell’Università di Parma e realizzato grazie alla collaborazione della Biblioteca Braidense, in particolare dal direttore e responsabile del Fondo Manzoniano della Biblioteca, Maria Goffredo, e degli atenei di Milano Statale, Bologna, Pavia e Losanna. Sono partner del progetto il Centro Nazionale Studi Manzoniani e Villa Manzoni di Brusuglio.

 

Il lavoro vede la partecipazione di ricercatori impegnati da anni nel campo degli studi manzoniani e delle Digital Humanities: un sistema di sinergie – tra enti di conservazione e di ricerca, e tra pubblico e privato – che costituisce uno dei punti di forza di questa iniziativa.
Il Progetto è stato finanziato dal MIUR per un importo di 250.000 euro e si è giovato del finanziamento triennale (ex L. 190/2014) di euro 150.000 per la digitalizzazione di tutti i manoscritti e postillati del Fondo Manzoniano concesso alla Biblioteca dal MiBAC. Il portale è ospitato sul server della Università Statale di Milano.

 

Il progetto Manzoni Online risponde a esigenze rigorosamente scientifiche, ma anche alla necessità di tutelare e conservare per via digitale il grande patrimonio cartaceo delle biblioteche italiane. La piattaforma consentirà infatti di accedere a catalogazioni esaustive del corpus manoscritto e librario appartenuto all’autore, che integreranno e sostituiranno gli attuali strumenti di ricerca, incompleti e datati, permettendo agli studiosi italiani e stranieri un accesso diretto ai materiali manzoniani.
Le schedature scientifiche di cui ogni lemma sarà corredato mostreranno inoltre lo stato della ricerca filologico-letteraria, linguistica e culturale intorno a uno dei massimi autori della nostra tradizione, dando conto degli avanzamenti progressivi in ogni settore, in modo da costituire un luogo di riferimento e di raccordo per i ricercatori di
tutto il mondo.
Il corpus di carte e volumi manzoniani, attualmente divisi tra i fondi della Biblioteca Nazionale Braidense, di Casa Manzoni a Milano e di Villa Manzoni a Brusuglio, è in effetti imponente e ricchissimo, ma in parte ancora inesplorato. Manca soprattutto uno strumento di indagine comune, che raccolga in un’unica sede virtuale, con una descrizione uniforme e standardizzata, la notevolissima mole dei materiali, editi e inediti, e che permetta percorsi di ricerca comprensivi di tutto l’insieme. Manzoni Online si propone anche come modello per la valorizzazione di altri patrimoni documentari di autori nazionali e internazionali, per i quali manca qualsiasi protocollo condiviso, nonostante sempre più urgente appaia oggi la richiesta di collaborazione tra saperi umanistici e tecnologici.

 

Con il nuovo portale sarà possibile, nel dettaglio:

  • accedere al catalogo completo delle carte manzoniane, con schede per ciascun documento che recuperino la storia del singolo esemplare, l’identificazione di diverse stratigrafie e ordinamenti o datazioni e una bibliografia aggiornata;
  • disporre della riproduzione digitale integrale di tutti i manoscritti, delle stampe curate dall’autore, e dei volumi postillati, con link diretti alla loro accurata descrizione;
  • accedere al catalogo completo della biblioteca dell’autore, con schede per ciascuna opera complete di indicazioni bibliologiche e bibliografiche, relative anche alla presenza dell’opera negli scritti di Manzoni;
  • accedere alla trascrizione delle postille a testi letterari, storici, filosofici, giuridici ecc.: un’imponente messe di osservazioni indispensabile per l’interpretazione del pensiero manzoniano e per una sua più precisa collocazione nel quadro del movimento di idee europeo;
  • costituire la prima, completa bibliografia manzoniana aggiornata e costantemente implementabile
  • consultare l’edizione in formato digitale delle principali opere di Manzoni, a partire dai Promessi sposi, proposte ognuna secondo la più recente e affidabile edizione critica e codificate in linguaggio XML-TEI.

 

Il gruppo di lavoro, che ha iniziato le sue attività nel 2017, è coordinato dalla Professoressa Giulia Raboni presso il Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Università di Parma, ed è composto da ricercatori delle Università di Parma (Prof. Donatella Martinelli, Dott. Margherita Centenari, Dott. Sabina Ghirardi, Dott. Carmela Marranchino); di Bologna (Prof. Paola Italia, Prof. Salvatore Silvano Nigro, Prof. Francesca Tomasi, Dott. Beatrice Nava); di Losanna (Prof. Simone Albonico); di Milano Statale (Prof. Luca Danzi, Prof. Mauro Novelli, Dott. Mariarosa Bricchi); di Pavia (Prof. Giorgio Panizza, Prof. Claudio Vela) e dal direttore della Biblioteca Nazionale Braidense (dott.ssa Maria Goffredo).

 

 

Per informazioni e contatti:
Biblioteca Nazionale Braidense
Milano, via Brera 28
tel. +39 02 86460907 int. 504
fax +39 02 72023910
email: b-brai@beniculturali.it

La Milano di Ambrogio – Corso di formazione di Turismo Religioso

 

La Curia Arcivescovile di Milano, che tradizionalmente si occupa anche di formazione per docenti della scuola pubblica, animatori pastorali e catechisti, ha voluto coinvolgere Gitec – Confguide Milano nell’organizzazione del corso previsto per l’Anno Accademico 2017-2018.

 

Gitec ha partecipato nei mesi scorsi ai tavoli di lavoro per la messa a punto del corso, che oggi siamo lieti di comunicarvi.

 

Corso di Formazione di Turismo religioso: “La Milano di Ambrogio”

 

Il corso si terrà  presso la Facoltà  di Teologia da novembre 2017 a febbraio 2018.

 

Come potete vedere nella allegata locandina, si tratta di 10 lezioni al costo totale di € 100 (singola lezione € 30).

 

Un’altra conferma di quanto ormai, nel panorama milanese, Gitec sia riconosciuta come rappresentante della categoria e interlocutore autorevole e credibile ed anche di quanto sia sempre più apprezzato il ruolo e l’importanza delle guide turistiche nella corretta divulgazione della cultura e del patrimonio storico-artistico.

 

Durante la fase di messa a punto del programma, la mediazione di Gitec ha fatto sì che alla fine il corso sia stato strutturato tenendo conto delle esigenze formative, divulgative e di lavoro delle guide turistiche. Gitec ha ottenuto una sensibile riduzione del costo di iscrizione previsto inizialmente e la possibilità di iscriversi alle singole lezioni. Gitec ha anche fatto presente la necessità  che i luoghi sacri oggetto del corso siano poi effettivamente e facilmente aperti alle visite guidate, con criteri e modalità  di accesso eque e trasparenti.

 

Abbiamo riscontrato grande interesse per il lavoro che le guide turistiche svolgono quotidianamente da parte dei partecipanti ai tavoli di programmazione e in particolar modo da parte di Mons. Bressan, Vicario Episcopale per la Cultura. Ottima base di partenza per altre future collaborazioni.

 

Per quanto riguarda il tema del corso, la Curia ha proposto di approfondire il periodo paleocristiano-ambrosiano, in previsione di altri futuri corsi. Il personale docente individuato dalla Curia appartiene al mondo scientifico-accademico e dunque è garantita alta qualità.

 

Alla riapertura del 28 agosto potrete ritirare presso la segreteria di Gitec il pieghevole cartaceo.

 

Vi preghiamo di far pervenire alla segreteria di Gitec Confguide Milano il vostro interesse a partecipare al corso, nella sua interezza o parzialmente.

 

Le iscrizioni, dal 1° settembre, avverranno direttamente presso la segreteria dell’Istituto di Scienze Religiose, come indicato nell’allegato.