Confguide | Web Press: Affaritaliani.it
ConfGuide è federazione leader nella rappresentanza del sistema guide turistiche, ambientali e accompagnatori turistici, sinonimo di qualità e professionalità.
confguide, confguide nazionale, guide turistiche, guide turistiche certificate, guide turistiche abilitate
20708
single,single-post,postid-20708,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.2.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Web Press: Affaritaliani.it

Al via Bit2016, tra operatori internazionali e un ricco palinsesto di eventi e convegni

Primo giorno di apertura per Bit2016, la manifestazione in corso fino a sabato 13 febbraio che riunisce gli operatori del turismo di tutto il mondo nel cuore del quartiere di Fiera Milano a Rho. Con più di 100 Paesi, oltre 2.000 aziende e circa 1.500 Buyer su 4 macro aree espositive

Bit 2016 (6)

Primo giorno di apertura per Bit2016, la manifestazione in corso fino a sabato 13 febbraio che riunisce gli operatori del turismo di tutto il mondo nel cuore del quartiere di Fiera Milano a Rho. Con più di 100 Paesi, oltre 2.000 aziende e circa 1.500 Buyer su 4 macro aree espositive (Leisure, MICE, Luxury e Destination Sport) e unico appuntamento nel nostro Paese dedicato ai segmenti MICE e Luxury, Bit2016 segue i trend di mercato puntando sui settori che fanno registrare in Italia le migliori performance, come il turismo culturale ed enogastronomico, seguito da quello dedicato a fitness e benessere e dal turismo d’affari e congressuale, che sta vivendo un momento di ripresa.

“Stiamo impostando una manifestazione che segua i trend più naturali del turismo. – dichiara l’Ad di Fiera Milano Corrado Peraboni – Oggi non ci si chiede più dove andiamo ma cosa andiamo a fare. Per fare sistema nel turismo in Italia dovrebbero essere valorizzati i tratti unitari del nostro Paese, l’enogastronomia, le bellezze naturali e la cultura, per costruire delle proposte di viaggio basate su temi concreti e tangibili”. Tanti i temi trattati già in questa prima giornata di manifestazione. Un quadro completo del panorama delle guide turistiche in Italia è quello che è stato delineato in occasione del convegno organizzato da Confguide-Confcommercio. Attraverso un confronto costruttivo con alcune tra le più importanti realtà associative italiane, come Federalberghi, Fipe, Federviaggio, nel convegno sono stati illustrati i risultati della prima indagine nazionale sulle guide turistiche commissionata ad Isnart.

L’identikit tracciato dall’indagine parla di guide per la grande maggioranza italiane (9 su 10) e con un’età media comprese tra i 31 e i 50 anni. Alto il livello culturale: l’83,5% delle guide ha infatti una laurea in discipline inerenti la conservazione e la tutela dei beni culturali, la storia dell’arte e l’archeologia o le lingue straniere. Il turismo sostenibile è stato invece al centro del convegno “Il Futuro del Turismo è Sostenibile”, organizzato dalla Fondazione UniVerde, in collaborazione con Bit e l’università Bicocca di Milano, durante il quale è stato presentato il 6° rapporto “Gli italiani, il turismo sostenibile e l’ecoturismo” realizzato da IPRMarketing e Fondazione UniVerde.

Secondo i dati presentati oggi, la conoscenza e l’esplorazione (44%) sono tra i fattori che spingono a viaggiare di più, preceduti soltanto dall’arricchimento culturale (46%). A prevalere nella scelta della meta sono le bellezze storico artistiche ed eventi culturali (61%) e la natura e i paesaggi (60%). Aumenta la sensibilità nei confronti dell’ambiente: nel pianificare un soggiorno, valutando la meta, il mezzo di trasporto e la struttura da prenotare, il 53% del campione sta infatti attento a fare scelte che non danneggino l’ambiente e il 44% è disposto a pagare tra il 10% e il 20% in più per vacanze responsabili.

Al via Bit2016, tra operatori internazionali e un ricco palinsesto di eventi e convegni

Primo giorno di apertura per Bit2016, la manifestazione in corso fino a sabato 13 febbraio che riunisce gli operatori del turismo di tutto il mondo nel cuore del quartiere di Fiera Milano a Rho. Con più di 100 Paesi, oltre 2.000 aziende e circa 1.500 Buyer su 4 macro aree espositive

Bit 2016 (6)

Primo giorno di apertura per Bit2016, la manifestazione in corso fino a sabato 13 febbraio che riunisce gli operatori del turismo di tutto il mondo nel cuore del quartiere di Fiera Milano a Rho. Con più di 100 Paesi, oltre 2.000 aziende e circa 1.500 Buyer su 4 macro aree espositive (Leisure, MICE, Luxury e Destination Sport) e unico appuntamento nel nostro Paese dedicato ai segmenti MICE e Luxury, Bit2016 segue i trend di mercato puntando sui settori che fanno registrare in Italia le migliori performance, come il turismo culturale ed enogastronomico, seguito da quello dedicato a fitness e benessere e dal turismo d’affari e congressuale, che sta vivendo un momento di ripresa.

“Stiamo impostando una manifestazione che segua i trend più naturali del turismo. – dichiara l’Ad di Fiera Milano Corrado Peraboni – Oggi non ci si chiede più dove andiamo ma cosa andiamo a fare. Per fare sistema nel turismo in Italia dovrebbero essere valorizzati i tratti unitari del nostro Paese, l’enogastronomia, le bellezze naturali e la cultura, per costruire delle proposte di viaggio basate su temi concreti e tangibili”. Tanti i temi trattati già in questa prima giornata di manifestazione. Un quadro completo del panorama delle guide turistiche in Italia è quello che è stato delineato in occasione del convegno organizzato da Confguide-Confcommercio. Attraverso un confronto costruttivo con alcune tra le più importanti realtà associative italiane, come Federalberghi, Fipe, Federviaggio, nel convegno sono stati illustrati i risultati della prima indagine nazionale sulle guide turistiche commissionata ad Isnart.

L’identikit tracciato dall’indagine parla di guide per la grande maggioranza italiane (9 su 10) e con un’età media comprese tra i 31 e i 50 anni. Alto il livello culturale: l’83,5% delle guide ha infatti una laurea in discipline inerenti la conservazione e la tutela dei beni culturali, la storia dell’arte e l’archeologia o le lingue straniere. Il turismo sostenibile è stato invece al centro del convegno “Il Futuro del Turismo è Sostenibile”, organizzato dalla Fondazione UniVerde, in collaborazione con Bit e l’università Bicocca di Milano, durante il quale è stato presentato il 6° rapporto “Gli italiani, il turismo sostenibile e l’ecoturismo” realizzato da IPRMarketing e Fondazione UniVerde.

Secondo i dati presentati oggi, la conoscenza e l’esplorazione (44%) sono tra i fattori che spingono a viaggiare di più, preceduti soltanto dall’arricchimento culturale (46%). A prevalere nella scelta della meta sono le bellezze storico artistiche ed eventi culturali (61%) e la natura e i paesaggi (60%). Aumenta la sensibilità nei confronti dell’ambiente: nel pianificare un soggiorno, valutando la meta, il mezzo di trasporto e la struttura da prenotare, il 53% del campione sta infatti attento a fare scelte che non danneggino l’ambiente e il 44% è disposto a pagare tra il 10% e il 20% in più per vacanze responsabili.

No Comments

Post a Comment