Legislazione

11-6-2024 IL DECRETO MINISTERIALE CONTENENTE IL REGOLAMENTO ATTUATIVO DELLA LEGGE 190/2023 HA OTTENUTO L’INTESA IN CONFERENZA STATO-REGIONI ED ATTUALMENTE E’ IN ATTESA DEL PARERE DAL CONSIGLIO DI STATO.

15-4-2024 ATTENZIONE ! LA LEGGE 190/2023 E’ STATA EMENDATA DAL GOVERNO PER VENIRE INCONTRO ALLE RICHIESTE DELLA COMMISSIONE EUROPEA.

POTETE CHIEDERE IL TESTO AGGIORNATO SCRIVENDO A confguide@confguidenazionale.it

Legge n° 190/2023 “Disciplina della Professione di Guida Turistica” (in attesa della pubblicazione dei decreti attuativi)

Informiamo che sulla Gazzetta Ufficiale n° 293 – Anno 164, del 16/12/2023 è stata pubblicata la LEGGE 13 dicembre 2023, n. 190, “Disciplina della professione di guida turistica”, entrata in vigore il 17/12/2023. (visualizza la Legge).

Ricordiamo i punti pratici della Legge:
1. LE GUIDE GIA’ ABILITATE POSSONO CONTINUARE AD ESERCITARE LA PROFESSIONE ALMENO FINO AL 180° GIORNO SUCCESSIVO ALLA PUBBLICAZIONE DEL DECRETO ATTUATIVO (NON ANCORA PUBBLICATO). CONFGUIDE vi terrà informati sulle modalità per presentare la domanda di inserimento nell’Elenco Nazionale delle guide turistiche. La domanda serve per ottenere IL NUOVO TESSERINO CON INDICAZIONE DELLA/E “SPECIALIZZAZIONE TERRITORIALE” (REGIONE IN CUI SI E’ CONSEGUITA L’ABILITAZIONE/I) E LINGUISTICHE già possedute. CONFGUIDE ha chiesto di poter disporre rapidamente del modulo di domanda per assistere e semplificare le incombenze dei suoi associati nella presentazione. .
2. E’ PREVISTA UNA ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA RC. Per l’esercizio della professione di guida turistica è necessario il possesso di una copertura assicurativa a garanzia della responsabilità civile professionale. CONFGUIDE propone una convenzione nazionale con VITTORIA ASSICURAZIONI (dopo aver confrontato diverse offerte) che copre l’operatività della Guida Turistica, dell’Accompagnatore Turistico, della Guida Ambientale escursionistica. Per informazioni, contattare la Segreteria nazionale.
3. CODICE ATECO SOLO PER LE GUIDE TURISTICHE. L’ISTAT attribuirà alle guide turistiche uno specifico codice ATECO. CONFGUIDE ha chiesto di mantenere l’attuale numerazione per evitare incombenze procedurali alle guide.
4. CORSI DI SPECIALIZZAZIONE (facoltativi) E AGGIORNAMENTO (obbligatori ogni 3 anni): occorre attendere la pubblicazione del Decreto con il quale saranno individuati gli ambiti e le modalità di specializzazione e di aggiornamento.
5. ACCESSO E ATTIVITA’ GARANTITE PER LE GUIDE NEGLI ISTITUTI E LUOGHI DELLA CULTURA ANCHE PRIVATI APERTI AL PUBBLICO. l’ingresso e lo svolgimento dell’attività di guida turistica non può essere interdetto o ostacolato negli istituti e nei luoghi della cultura anche appartenenti a soggetti privati, aperti al pubblico, come definiti dall’articolo 101 del codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42.

Legge n° 97/2013, cosiddetta “Europea”

Il testo della legge Legge Nazionale 97/2013 contiene disposizioni relative alla libera prestazione e all’esercizio stabile dell’attività di guida turistica da parte di cittadini dell’Unione europea, caso EU Pilot4277/12/MAR, e la modifica al decreto legislativo 23 maggio 2011, n. 79 in materia di ordinamento e mercato del turismo, procedura di infrazione 2012/4094.

Art. 3

Disposizioni relative alla libera prestazione e all’esercizio stabile dell’attività di guida turistica da parte di cittadini dell’Unione europea.

  1. L’abilitazione alla professione di guida turistica e’ valida su tutto il territorio nazionale. Ai fini dell’esercizio stabile in Italia dell’attività di guida turistica, il riconoscimento ai sensi del decreto legislativo 9 novembre 2007, n. 206, della qualifica professionale conseguita da un cittadino dell’Unione europea in un altro Stato membro ha efficacia su tutto il territorio nazionale.
  2. Fermo restando quanto previsto dal decreto legislativo 9 novembre 2007, n. 206, i cittadini dell’Unione europea abilitati allo svolgimento dell’attività di guida turistica nell’ambito dell’ordinamento giuridico di un altro Stato membro operano in regime di libera prestazione dei servizi senza necessità di alcuna autorizzazione ne’ abilitazione, sia essa generale o specifica.
  3. Con decreto del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, sentita la Conferenza unificata, da adottare entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono individuati i siti di particolare interesse storico, artistico o archeologico per i quali occorre una specifica abilitazione.

Per gli interessati al seguente link è possibile consultare il testo completo della Legge n. 97 del 6 agosto 2013.