guide turistiche italiane Archivi - Confguide
ConfGuide è federazione leader nella rappresentanza del sistema guide turistiche, ambientali e accompagnatori turistici, sinonimo di qualità e professionalità.
confguide, confguide nazionale, guide turistiche, guide turistiche certificate, guide turistiche abilitate
431
archive,tag,tag-guide-turistiche-italiane,tag-431,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.2.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Confguide, un appello per la ripartenza del settore

Tutto il mondo del turismo e della cultura sta vivendo un momento di forte crisi, e la categoria delle guide, uno dei settori più colpiti dall’emergenza Covid-19, risulta forse tra le più danneggiate. Paola Migliosi, presidente di Confguide, lancia un appello alle istituzioni per un intervento urgente. Tra le proposte avanzate dalla presidente, la riapertura dei musei durante i weekend, le giornate più importanti per la visita di famiglie, studenti e lavoratori.

Paola Migliosi, presidente Federazione Guide Turistiche Italiane

“Come Confguide – dichiara la presidente Migliosi – quello che chiediamo è che lo Stato, in una fase così difficile, ci aiuti a svolgere il nostro lavoro nella consapevolezza che i tempi sono cambiati. Questo significa che, se ci sono le condizioni adatte, i musei dovrebbero tornare a restare aperti durante i fine settimana, in modo che le guide turistiche possano avere l’opportunità di proporre delle visite guidate. Sarà indispensabile mettere in atto una serie di cambiamenti per quello che riguarda l’organizzazione delle visite in modo da gestire in totale sicurezza il flusso di visitatori ed evitando assembramenti, regolando la fruizione dei luoghi di cultura in base agli spazi a disposizione. Sono convinta che per aiutarci a ripartire lo Stato debba provvedere ad avere una visione inclusiva, attraverso una concertazione tra le categorie e lo Stato. Oltre a questo, abbiamo bisogno di una progettualità perché è indispensabile avviare progetti per la ripartenza di questo settore che, voglio ricordarlo, necessita di una strategia organizzativa, altrimenti per le guide rischiano di prospettarsi altri due anni molto difficili”.

Confguide costituisce il sistema di rappresentanza unitario nazionale delle guide turistiche, guide ambientali e accompagnatori turistici che si riconoscono nei valori del mercato e della concorrenza, della responsabilità sociale dell’attività d’impresa e del servizio reso ai cittadini, ai consumatori e agli utenti. Confguide è l’organismo di riferimento nel quale i singoli professionisti afferenti al settore del turismo, attraverso il sistema delle Confcommercio territoriali, possono unire le forze e vedere riconosciuti la qualità e il valore del proprio lavoro a beneficio dell’immagine dell’Italia stessa.

Firenze Insolita: il programma delle visite guidate

C’è chi viene assunto in botteghe artistiche, chi in aziende del settore, altri aprono una propria attività: questo è un luogo dove si impara un mestiere bellissimo. A Firenze, nella zona del parco delle Cascine, è attiva da ormai otto anni la Scuola di Arte Sacra.

“La Scuola ha iniziato a consolidarsi fin da subito, secondo una combinazione tra una dinamica pratica, di scuola-bottega, e un innesto significativo di un percorso culturale teologico liturgico, per sviluppare quello che è il nostro obiettivo: fare, studiare e produrre arte e artigianato sacro”, spiega Lucia Tanti, direttore della Scuola di Arte Sacra.

“E’ vero che è una scuola indirizzata all’arte sacra– precisa Giancarlo Polenghi, vicedirettore della Scuola –  ma in qualche modo nell’arte sacra c’è tutto l’elemento artistico, figurativo e narrativo che si trova anche nell’arte non sacra, come il paesaggio o il ritratto”.

Qui gli studenti più o meno formati, arrivano da tutto il mondo, e hanno la possibilità di scegliere tra corsi di specializzazione piuttosto che master di primo livello.

“Volevo dipingere, ho cercato tra le diverse scuole fiorentine ma mi sono innamorata di questa. Ho visto che si svolgeva un lavoro serio e completo, si impara tutto: dalla natura morta, all’arte figurativa, a dipingere en plain air”, racconta una studentessa dell’Istituto.

Nella Scuola si ricostruisce la bottega artigiana del Cinquecento, dove sono nati i grandi artisti che tutti conosciamo.

“Lo scopo è un po’ quello di rendere contemporanea un’idea brillante nata qualche secolo fa, che caratterizza il dna culturale di questa città e anche di questa regione, e che nella combinazione del fare e del sapere ha dato al mondo dei capolavori inarrivabili”, precisa la dott.ssa Tanti.

La scuola è anche la prima tappa dell’itinerario culturale “Firenze Insolita” che nasce con l’intenzione di stimolare nuove modalità e nuovi esempi di turismo sostenibile.

Paola Migliosi, Presidente Federazione Guide Turistiche Italiane

“Si parte da questa Scuola e poi ci sono vari luoghi dove si possono ammirare opere d’arte viste attraverso una prospettiva un po’ diversa da quella a cui noi siamo abituati; non solo  dal punto di vista storico e artistico ma anche spirituale”, spiega Paola Migliosi, presidente di Federazione Guide Turistiche Italiane, in merito al calendario di visite guidate proposto.

Un’iniziativa che va incontro a un nuovo modello di ripartenza del turismo, lontano dal quel “mordi e fuggi” che ha caratterizzato le attività turistiche degli ultimi anni nelle nostre più belle città d’arte.

“Sarà un turismo lento, intelligente, attento, delle famiglie. Se noi riusciamo a diventare un luogo che produce una consapevolezza maggiore, io credo che avremo fatto bene a noi stessi e anche a questa città”, conclude Lucia Tanti.

Per ulteriori informazioni: http://www.confguidenazionale.it/