Ti racconto Firenze, l’iniziativa di ConfGuide – ConfCommercio Firenze

Da sabato 16 ottobre a sabato 18 dicembre, un nutrito calendario di visite a luoghi e itinerari meno battuti dal turismo di massa, ma ugualmente ricchi di fascino e storia, destinati in particolare agli operatori del terziario perché diventino “ambasciatori di bellezza”. Su iniziativa di Confguide, l’associazione di guide turistiche della Confcommercio fiorentina, con il cofinanziamento del Comune di Firenze e la promozione di Feel Florence

0
380

Sarà il volto di una Firenze in parte inedita e inaspettata, ma sempre bellissima, ad emergere dal ricco calendario di visite guidate gratuite dell’iniziativa “Ti racconto Firenze”, che accompagnerà l’autunno fiorentino dal 16 ottobre al 18 dicembre, giusto in tempo per cedere il passo al Natale.

Ideata dalla Confcommercio fiorentina con il contributo del Comune di Firenze e la promozione di Feel Florence, l’iniziativa è stata presentata oggi (martedì 5 ottobre 2021) a Palazzo Vecchio con una conferenza stampa alla quale hanno partecipato l’assessore al turismo del Comune di Firenze Cecilia Del Re, il presidente di Confcommercio Toscana Aldo Cursano, il direttore regionale dell’associazione di categoria Franco Marinoni e la presidente nazionale di Confguide, la fiorentina Paola Migliosi.

I tour, 30 in totale, si avvarranno proprio delle voci narranti degli esperti di Confguide, che accompagneranno alla scoperta di luoghi e itinerari ricchi di fascino e storia, anche se meno conosciuti. L’obiettivo è mettere in luce parti nascoste della città, valorizzando ogni area, percorrendone tutti i quartieri in lungo e in largo per svelarne monumenti e artisti di ogni epoca, personaggi famosi e curiosità, ma anche tipicità, locali e negozi. Ed è proprio ai negozianti, e più in generale, agli imprenditori del terziario, che sono rivolte in primis queste visite, affinché diventino convinti “ambasciatori di bellezza” per i loro clienti.

Molte le mete da scoprire con la guida dei professionisti di Confguide: dai giardini nascosti d’Oltrarno alla Firenze di Vasco Pratolini o a quella dei musicisti, “da Gianni Schicchi a Piero Pelù”. Dai villini Liberty fuori le mura alle “Spoon River” fiorentine (il cimitero delle Porte Sante e quello degli Inglesi in piazzale Donatello), passando per lo storico stadio Artemio Franchi, i borghi di Quaracchi e Brozzi, i murales dell’Isolotto o addirittura Peretola con la chiesa di San Biagio a Petriolo. E ancora: il Razionalismo in città fra Manifattura Tabacchi, Teatro Puccini e stazione di S. Maria Novella, la collezione Siviero e quella dello Stibbert, Arcetri e molto altro.

Il numero dei posti disponibili è limitato e varia in base alle mete in programma. C’è dunque obbligo di prenotazione, contattando la guida che si occuperà della visita. Da tenere presente anche l’obbligo di avere il Green pass per accedere ai luoghi chiusi.

“Ancora un progetto per andare alla scoperta di una Firenze autentica e insolita – ha detto l’assessore al Turismo Cecilia Del Re -, vista attraverso gli occhi esperti delle guide turistiche della Confcommercio fiorentina. Un viaggio rivolto in particolare agli operatori del commercio per accrescere la consapevolezza del patrimonio che abbiamo e far sì che diventino proprio loro i primi testimoni della Firenze insolita verso i visitatori. Un’iniziativa sostenuta attraverso il bando dell’assessorato al Turismo e inserita sul portale Feel Florence, sempre più ricco di offerte all’insegna di un approccio sostenibile al turismo in città, nel rispetto del territorio e dei residenti”.

“Finalmente una esplorazione dell’area metropolitana fiorentina fuori dai soliti stereotipi”, ha sottolineato il presidente della Confcommercio Toscana Aldo Cursano. “Queste visite daranno voce e volto anche a luoghi lontani dal turismo di massa, ma pieni di vitalità; a borghi e quartieri dove la rete tradizionale dei negozi sotto casa è ancora protagonista della vita sociale. Per questo, oltre che ai visitatori, sono rivolte in particolare agli operatori del terziario, perché scoprano con occhi pieni di meraviglia la bellezza dell’area in cui hanno la propria attività. Solo così potranno diventarne veri ambasciatori”.

“Firenze non si esaurisce nel quadrilatero d’oro compreso fra piazza Duomo e piazza della Signoria, che pure racchiude tesori inestimabili”, ha detto il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni. “È una città ricchissima e complessa da raccontare, dove si respirano atmosfere e umori differenti. Lo sanno bene le nostre guide, che grazie a questo progetto potranno far esplorare mete alternative, con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo turistico in aree a diversa vocazione”.

“Il mercato turistico è sempre in cerca di novità, di cose nuove da fare e vedere, meglio se modellate sul concetto di esperienza”, ha spiegato la presidente nazionale di Confguide-Confcommercio Paola Migliosi, “ecco perché noi guide siamo in costante aggiornamento. La nostra sfida è trovare idee stimolanti che coinvolgano le persone e le aiutino a respirare la vera atmosfera della nostra città. Questo è il turismo che ci piace, quello che unisce il viaggio al gusto della scoperta e dell’incontro. Il resto sono spostamenti”.

Le visite guidate saranno a partecipazione gratuita grazie al cofinanziamento dell’Amministrazione Comunale e, pur garantendo la possibilità di partecipazione di turisti e cittadini, saranno prevalentemente indirizzate agli operatori economici delle aree interessate (commercianti, artigiani, pubblici esercizi) affinché acquisiscano consapevolezza del patrimonio artistico, naturalistico, storico e culturale del contesto che li circonda, ne promuovano le peculiarità ai propri clienti stimolando in questi ultimi la curiosità di approfondire assieme ad una guida turistica, amplificando in questo modo la portata del progetto. Le guide che condurranno le visite potranno quindi “formare” gli esercenti locali sulle inaspettate possibilità del territorio che li circonda, fornire spunti per stimolare l’interesse e creare relazioni professionali produttive e durature. Attraverso la partecipazione dei commercianti locali, l’eco dell’iniziativa sarà durevole e i punti di interesse sviluppati potranno divenire non solo noti ai turisti ma anche punti di aggregazione per i cittadini.

I tour sono articolati come passeggiate di facile percorso, accessibili a utenti di ogni età. Eventuali barriere architettoniche (es. scalini) saranno segnalate per ciascuna proposta. La durata di ciascuna passeggiata è di circa 90 minuti. Tutte le visite guidate sono a numero chiuso, la prenotazione è obbligatoria. Per prenotare un tour contattare la guida turistica utilizzando i riferimenti (email o cellulare) specificati per ciascun tour. Per le visite che prevedono l’ingresso a luoghi della cultura, si ricorda che dal 6 agosto 2021 (DL 105 del 23/7/2021) è obbligatorio presentare il Green Pass. Si invita quindi a verificare al momento della prenotazione l’eventuale obbligo del Green Pass ed eventuali costi di ingresso previsti a musei/luoghi della cultura.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here