Paola Migliosi Archivi - Confguide
ConfGuide è federazione leader nella rappresentanza del sistema guide turistiche, ambientali e accompagnatori turistici, sinonimo di qualità e professionalità.
confguide, confguide nazionale, guide turistiche, guide turistiche certificate, guide turistiche abilitate
373
archive,tag,tag-paola-migliosi,tag-373,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.2.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Musei aperti il weekend, ConfGuide: “un aiuto alla ripartenza del turismo”

Paola Migliosi, presidente di ConfGuide-Federazione Guide Turistiche, ritiene un fatto sicuramente molto positivo la riapertura dei musei nei fine settimana in zona gialla previsto a partire dal 27 marzo, come aveva chiesto il ministro alla Cultura Dario Franceschini.

“I musei si sono dimostrati luoghi sicuri e, naturalmente sempre con le dovute precauzioni, finalmente sarà possibile fruire di questi luoghi di cultura, soprattutto nei fine settimana, e in generale in questo periodo in cui, a causa dell’emergenza sanitaria, difficilmente è possibile spostarsi. – spiega la presidente Migliosi – Tra l’altro noi guide turistiche dobbiamo seguire i protocolli stabiliti dalla Regione e quelli dei musei che prevedono rigide misure di prevenzione del rischio di contagio, come il distanziamento obbligatorio, la regolamentazione degli ingressi, oltre che l’utilizzo di mascherine chirurgiche e auricolari e così via. Riaprire i musei nei fine settimana nelle zone gialle vuol dire aiutare la ripartenza del turismo”.

Confguide costituisce il sistema di rappresentanza unitario nazionale delle guide turistiche, guide ambientali e accompagnatori turistici che si riconoscono nei valori del mercato e della concorrenza, della responsabilità sociale dell’attività d’impresa e del servizio reso ai cittadini, ai consumatori e agli utenti. Confguide è l’organismo di riferimento nel quale i singoli professionisti afferenti al settore del turismo, attraverso il sistema delle Confcommercio territoriali, possono unire le forze e vedere riconosciuti la qualità e il valore del proprio lavoro a beneficio dell’immagine dell’Italia stessa.

Salviamo le imprese, il 1° Marzo in piazza nelle città toscane

Si svolgerà lunedì 1 marzo 2021 la grande mobilitazione, organizzata da Confcommercio Toscana e Confesercenti Toscana, che coinvolgerà gli imprenditori del terziario di tutta la regione per reclamare una diversa gestione dell’emergenza, alternativa alle chiusure imposte dalle normative antiCovid. Alla manifestazione aderirà anche ConfGuide-Federazione Nazionale Guide Turistiche

In tutti i capoluoghi di provincia toscani, titolari di azienda, liberi professionisti, dipendenti e collaboratori ma anche semplici cittadini si daranno appuntamento nelle piazze o strade principali per mettere in scena una lunga, immobile e silenziosa “catena umana”. In piedi, uno accanto all’altro (ma a distanza di sicurezza), indossando alcuni cartelli esplicativi, testimonieranno come e quanto le loro attività siano interconnesse, tanto che la chiusura imposta ad alcune si riflette in una consistente flessione del lavoro per tutti.

“Vogliamo portare alla luce i volti e le storie di chi finora ha solo subìto le norme restrittive imposte a suon di Dpcm, senza però che questo sacrificio si sia tradotto in un arresto deciso della pandemia – sottolinea la presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini – la salute sta a cuore a tutti noi ma siamo convinti che si possa, e si debba, imparare a conciliare la sicurezza antiCovid 19 con il lavoro. Le nostre imprese trattengono il fiato da un anno, non possono reggere altri lockdown. Oltre tutto, nel mondo scientifico qualcuno da tempo avanza l’ipotesi che di pandemie come questa in futuro ne vedremo altre. Sarà forse il caso di progettare un piano b”.

LA MANIFESTAZIONE, CITTÀ PER CITTÀ

AREZZO

La catena umana si svilupperà lungo tutto il Corso Italia, sarà composta da oltre 300 imprenditori del terziario divisi in 7 frazioni. Partirà dai Bastioni di Santo Spirito (inizio del Corso) e arriverà in via di Seteria (ingresso a piazza Grande) ai piedi della Pieve.

FIRENZE

La catena umana prenderà avvio dal ristorante “La Maremma”, in via Verdi 16/r, luogo purtroppo diventato il simbolo delle devastanti conseguenze del Covid-19, che hanno portato il titolare dell’attività all’estremo gesto di togliersi la vita. Percorrerà via Verdi fino a piazza Salvemini, si snoderà lungo tutto Borgo degli Albizi per poi proseguire in via del Proconsolo e terminare quindi in piazza Duomo 10, sede della Presidenza della Regione Toscana.

GROSSETO

La catena umana si svilupperà in forma circolare in piazza Dante, luogo centrale del capoluogo di provincia toscano con l’indice di contagi più basso in assoluto. Che, per questo, chiede un trattamento differenziato dal resto della regione

LIVORNO

La catena umana si articolerà lungo i lati di piazza Grande

LUCCA

La catena umana si svilupperà in piazza Napoleone

VIAREGGIO

La catena umana si svilupperà sotto il palazzo del Comune

MASSA

La catena umana si svilupperà sotto la Prefettura in piazza Aranci

PISA

La catena umana si articolerà in piazza dei Miracoli, ai piedi della torre pendente

PISTOIA

Presumibilmente nel capoluogo di provincia di Pistoia, da definire

PRATO

Presumibilmente nel capoluogo di provincia di Prato, da definire

SIENA

Raduno in piazza Duomo di fronte alla Prefettura, con presenza statica, mascherine e rispetto del distanziamento, riempiendo lo spazio della piazza

Confguide, un appello per la ripartenza del settore

Tutto il mondo del turismo e della cultura sta vivendo un momento di forte crisi, e la categoria delle guide, uno dei settori più colpiti dall’emergenza Covid-19, risulta forse tra le più danneggiate. Paola Migliosi, presidente di Confguide, lancia un appello alle istituzioni per un intervento urgente. Tra le proposte avanzate dalla presidente, la riapertura dei musei durante i weekend, le giornate più importanti per la visita di famiglie, studenti e lavoratori.

Paola Migliosi, presidente Federazione Guide Turistiche Italiane

“Come Confguide – dichiara la presidente Migliosi – quello che chiediamo è che lo Stato, in una fase così difficile, ci aiuti a svolgere il nostro lavoro nella consapevolezza che i tempi sono cambiati. Questo significa che, se ci sono le condizioni adatte, i musei dovrebbero tornare a restare aperti durante i fine settimana, in modo che le guide turistiche possano avere l’opportunità di proporre delle visite guidate. Sarà indispensabile mettere in atto una serie di cambiamenti per quello che riguarda l’organizzazione delle visite in modo da gestire in totale sicurezza il flusso di visitatori ed evitando assembramenti, regolando la fruizione dei luoghi di cultura in base agli spazi a disposizione. Sono convinta che per aiutarci a ripartire lo Stato debba provvedere ad avere una visione inclusiva, attraverso una concertazione tra le categorie e lo Stato. Oltre a questo, abbiamo bisogno di una progettualità perché è indispensabile avviare progetti per la ripartenza di questo settore che, voglio ricordarlo, necessita di una strategia organizzativa, altrimenti per le guide rischiano di prospettarsi altri due anni molto difficili”.

Confguide costituisce il sistema di rappresentanza unitario nazionale delle guide turistiche, guide ambientali e accompagnatori turistici che si riconoscono nei valori del mercato e della concorrenza, della responsabilità sociale dell’attività d’impresa e del servizio reso ai cittadini, ai consumatori e agli utenti. Confguide è l’organismo di riferimento nel quale i singoli professionisti afferenti al settore del turismo, attraverso il sistema delle Confcommercio territoriali, possono unire le forze e vedere riconosciuti la qualità e il valore del proprio lavoro a beneficio dell’immagine dell’Italia stessa.

“Dante 700” seconda edizione del corso di formazione dedicato al Sommo Poeta

Nel 2021 ricorrono i settecento anni dalla morte di Dante Alighieri, il “Sommo Poeta” da molti considerato il padre della lingua italiana, ma certamente anche linguista, teorico, politico, filosofo, insomma una figura complessa, uomo del suo tempo di cui c’è tanto da raccontare.

Proprio in quest’anno così difficile per i professionisti del turismo, Confguide ha proposto il corso di approfondimento “Dante 700” un ricco percorso formativo per conoscere la figura di Dante e il mondo del suo tempo. Il corso ha ricevuto un così grande successo che Confguide Confcommercio ha organizzato una seconda edizione, per dar modo a tutte le guide turistiche interessate di partecipare.

Il percorso formativo ha una durata di 28 ore complessive, da svolgersi in didattica a distanza.

È possibile partecipare all’intero percorso, oppure scegliere di frequentare uno solo dei due moduli proposti:

PRIMO MODULO 

Dante uomo del suo tempo, tra storia, filosofia e religione (14 ore)

  • Lunedì 1 marzo 2021 – orario 11.00 – 13.00 “Dante teologo e filosofo”
  • Mercoledì 3 marzo 2021 – orario 11.00 – 13.00 “Dante eretico? La posizione di Dante nella vita della Chiesa del tempo”
  • Martedì 9 marzo 2021 – orario 11.00 – 13.00 “Il Paradiso di Dante, incontro di scienza, teologia e mistica”

Docente: Gianni Gualtieri, teologo.

  • Giovedì 11 marzo 2021 – orario 9.00 – 13.00  “Dante Alighieri: introduzione al contesto storico-politico e focus sulla famiglia in cui nacque il primo grande poeta epico della modernità”
  • Lunedì 15 marzo 2021 – orario 9.00 – 13.00  “La Commedia e il volgare: Firenze fucina di innovazione e produzione di una nuova visione culturale”

Docente: Elisa Benedetti, filologa e guida turistica.

SECONDO MODULO

Arti e mode nella Firenze di Dante (14 ore)

  • Giovedì 18 marzo 2021 – orario 11.00 – 13.00  “Pittura del duecento a Firenze”
  • Lunedì 22 marzo 2021 – orario 11.00 – 13.00 “La storia della croce dipinta fino a Cimabue a Santa Croce”
  • Giovedì 25 marzo 2021 – orario 11.00 – 13.00 “Pittura del primo trecento a Firenze”
  • Lunedì 29 marzo 2021 – orario 11.00-13.00 “Pittura del primo trecento a Santa Croce”
  • Mercoledì 31 marzo 2021 – orario 11.00 – 13.00 “Fortuna di Dante tra arte e celebrazione”
  • Martedì 6 aprile 2021 – orario 11.00-13.00 “Moda nel primo trecento a Firenze e Toscana
  • Martedì 13 aprile 2021 – orario 11.00 – 13.00 “Scultura a Firenze nel primo Trecento”

Docente: Samuele Magri, storico dell’arte e guida turistica

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

€ 100.00 + IVA corso intero

oppure

€ 50.00 + Iva primo modulo

€ 50.00 + Iva secondo modulo

Il corso è riservato ai professionisti iscritti a Confguide Confcommercio Firenze. 

Le guide turistiche non associate che sono interessate a partecipare al corso possono contattare la segreteria Confguide Confcommercio Firenze (gtconf@confcommercio.firenze.it – 055 2036955) per ricevere informazioni sull’associazione.

MODALITÀ DI ISCRIZIONE

domanda di iscrizione (scaricabile da questa pagina del sito)

versamento della quota di partecipazione

SCADENZA ISCRIZIONE

Giovedì 25 febbraio 2021, salvo raggiungimento del numero massimo di partecipanti.

Il corso sarà realizzato al raggiungimento del numero minimo di iscritti.

ATTESTAZIONE DI FREQUENZA

Formaimpresa è ente accreditato presso la Regione Toscana per i servizi formativi. Ai partecipanti al corso è rilasciato un attestato di partecipazione.

L’organizzazione si riserva, in caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti o per altri motivi, di annullare o spostare il corso senza esserne ritenuta responsabile.

In caso di non attivazione del corso le quote versate saranno rimborsate.

Le date e gli orari del corso potrebbero subire variazioni per cause non dipendenti dalla nostra organizzazione.

I corsisti saranno costantemente informati e aggiornati sugli orari e i giorni dei seminari.

INFORMAZIONI E ISCRIZIONI

per informazioni 

Confguide-Confcommercio Firenze 

055 2036955 – 328 2220573  gtconf@confcommercio.firenze.it

(Erika Tasselli)

per iscrizioni al corso 

Formaimpresa-Confcommercio Firenze 

055 2036935   f.furibondi@confcommercio.firenze.it

(Federica Furibondi)

“Celebrare Dante” . Aggiornamento gratuito per le guide turistiche Confguide Confcommercio Firenze

Proseguono le iniziative formative di approfondimento su Dante Alighieri organizzate da Confguide Confcommercio Firenze per i propri associati.

Dopo il successo del corso “Dante 700” (per il quale è in programma la seconda edizione nel mese di marzo 2021) che ha esplorato la complessità della figura di Dante Alighieri e del mondo del suo tempo, l’agenzia formativa di Confcommercio Firenze propone adesso un focus di approfondimento  per rivivere vita e opere del “Sommo Poeta” attraverso le celebrazioni postume presenti in città. L’iniziativa è completamente gratuita per le guide turistiche associate a Confguide Confcommercio Firenze.

IL CORSO

Con questo approfondimento tracceremo un percorso, tra tempo passato e presente, dedicato al rapporto tra Firenze e la memoria di Dante, attraverso le testimonianze presenti nella nostra città: opere d’arte celebrative, monumenti pubblici, fino a scelte di recupero urbano e di toponomastica memoriale. Dal capolavoro di Domenico di Michelino con La Divina Commedia che illumina Firenze del 1465, commissionato in occasione del secondo centenario della nascita e conservata nella cattedrale, al Monumento a Dante Alighieri in piazza Santa Croce del 1865 del maestro ravvenate Enrico Pazzi, alla serie di targhe dedicate alla Divina Commedia sparse per la città, installate a partire dal 1900 in occasione della memoria del seicentesimo anniversario della nomina di Dante a Priore delle Arti.

Il focus di approfondimento “Celebrare Dante” si svolgerà venerdì 26 febbraio 2021 dalle ore 14 alle ore 17 in didattica a distanza, su piattaforma Zoom.

Docente del corso sarà il dott. Carlo Francini, Segretario Generale del Comitato Organizzatore degli eventi legati alle ricorrenze per l’anniversario dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri per il Comune di Firenze.

IL DOCENTE

Carlo Francini, storico dell’arte, è dal 2005 Responsabile dell’Ufficio per Patrimonio Mondiale e rapporti con l’UNESCO del Comune di Firenze. Dal 2009 è Coordinatore Scientifico dell’Associazione per i Beni Italiani Patrimonio Mondiale ed è membro del Comitato Scientifico di Casa Buonarroti a Firenze. Professore nella Classe di Storia dell’Arte dell’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze, dal 2015 è condirettore dell’ HeRe_Lab – Heritage Research, il laboratorio congiunto del Comune di Firenze e dell’Università degli Studi di Firenze dedicato alla ricerca applicata al patrimonio.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

Il corso è GRATUITO e riservato alle guide turistiche regolarmente associate a Confguide Confcommercio Firenze.

Le guide turistiche non associate che sono interessate a partecipare al corso possono contattare la segreteria Confguide Confcommercio Firenze (Erika Tasselli) gtconf@confcommercio.firenze.it – 055 2036955 per ricevere informazioni sull’associazione.

MODALITÀ DI ISCRIZIONE

Per iscriversi al corso gli Associati devono inviare la domanda di iscrizione (scaricabile da questa pagina del sito) alla mail f.furibondi@confcommercio.firenze.it (Federica Furibondi)

SCADENZA ISCRIZIONE

Mercoledì 24 febbraio 2021, salvo raggiungimento del numero massimo di partecipanti. Il corso è a numero chiuso, i posti sono limitati.

Il corso sarà realizzato al raggiungimento del numero minimo di iscritti.

ATTESTAZIONE DI FREQUENZA

Formaimpresa è ente accreditato presso la Regione Toscana per i servizi formativi. Ai partecipanti al corso è rilasciato un attestato di partecipazione.

L’organizzazione si riserva, in caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti o per altri motivi, di annullare o spostare il corso senza esserne ritenuta responsabile.

Le date e gli orari del corso potrebbero subire variazioni per cause non dipendenti dalla nostra organizzazione.

I corsisti saranno costantemente informati e aggiornati sugli orari e i giorni dei seminari.

INFORMAZIONI E ISCRIZIONI

per informazioni 

Confguide-Confcommercio Firenze 

055 2036955 – 328 2220573  gtconf@confcommercio.firenze.it

(Erika Tasselli)

per iscrizioni al corso 

Formaimpresa-Formazione Confcommercio Firenze 

055 2036935   f.furibondi@confcommercio.firenze.it

(Federica Furibondi)

Guide turistiche e le nuove sfide del mercato internazionale.

Vecchie e nuove competenze per un turismo culturale di successo

La figura professionale della guida turistica è oggetto dal 2013 di una vera e propria “rivoluzione” normativa, che, ampliando da un lato il territorio di esercizio della professione, introduce dall’altro il principio di abilitazione specifica (per i siti di particolare interesse storico artistico e archeologico).

Mentre l’iter normativo fa il suo corso (lungo e tortuoso), Confguide è certa che quella della “specializzazione” sia la strada giusta da percorrere per le guide del futuro. Una seria riflessione sulla figura della guida ed il suo ruolo, ha portato Confguide a vedere oltre le vecchie logiche territoriali (di esercizio della professione) e ad aprirsi verso le nuove conoscenze e competenze che una guida moderna deve acquisire per meglio rispondere alle mutate richieste dei visitatori. 

Tutti i principali attori e operatori del turismo e della cultura riconoscono il ruolo fondamentale delle guide turistiche nella  valorizzazione e nella promozione non solo del patrimonio materiale del paese, ma anche di quello immateriale, fatto di tradizioni e specificità.

L’enogastronomia, ad esempio, che è uno dei motori indiscussi del turismo in Italia, non può oggi non entrare a far parte del repertorio di conoscenze che una guida aggiornata e pronta alle sfide deve avere: insieme a Fipe, Confguide ha avviato dei corsi di approfondimento sul tema riservati alle guide turistiche e declinati regione per regione. A febbraio si è conclusa la prima edizione del corso, tenutasi a Milano, di cui nel convegno sarà data testimonianza.

RELATORI:

Dorina Bianchi, Paola Migliosi, Aldo Cursano, Luca Patané, Valeria Gerli, Annarita Fioroni, Paola Balestra, Francesco Sottosanti, Luciano Sbraga, Alberto Corti;